Luglio 2

Vuoi diventare un vero uomo? Segui queste 7 regole dimenticate

28  comments

Che cosa significa essere un vero uomo? Come deve essere un uomo nel mondo di oggi, per rispettare pienamente la sua identità guerriera ed interpretare correttamente il ruolo mascolino che gli compete da millenni?

La società moderna vede nella mascolinità un nemico da sconfiggere. Un uomo vero infatti, un uomo troppo virile… è un pericolo, una variabile che non si può controllare e che tende a ribellarsi alle imposizioni la politica e dell’economia.

E così l’uomo è diventato negli ultimi cinquant’anni una meschina caricatura di se stesso.

Lo dicono gli esperimenti scientifici, 25% in meno di Testosterone ad ogni generazione (FONTE)… e lo dicono persino le nostre donne che troppo spesso sento affermare frasi come:

  • “voglio un uomo vero… Non un bambino o una femminuccia ”
  • dove sono finiti gli uomini veri?
  • Non esistono più gli uomini di una volta…

Ebbene in questo articolo ti parlerò di come diventare un uomo vero. I quali sono le caratteristiche che ogni uomo vero deve possedere e di come distinguerti dalla mediocrità per emergere con un vero maschio di altri tempi.

I 3 ruoli principali dell’uomo

La prima cosa che devi capire se vuoi scoprire come diventare uomini (qualunque età tu abbia) è che ci sono caratteristiche precise che possono definire quanto un uomo rispetta ed incarna la mascolinità che gli compete.

Ti sembrerà strano ma non si tratta affato di:

  • Soldi
  • Bellezza
  • marca di un’automobile o dei vestiti che si indossano…
  • posizione sociale e professionale

…anche se a dire il vero tutte queste cose sono in qualche modo legate.

Si tratta invece di caratteristiche insite nel nostro DNA. Capacità fondamentali che la natura ha inserito dentro al “maschio” (non solo umano) affinché fosse in grado di garantire la sopravvivenza della specie-

E che sono strettamente legate alla quantità di Testosterone che circola nel tuo sangue

Quali sono queste caratteristiche? Eccole spiegate qui di seguito

Caratteristica 1 del Vero uomo: capacità di difendere se stesso ed I propri cari

La prima e più importante capacità di un vero uomo è quella di saper proteggere i propri cari.

Se valutiamo infatti i 2 più importanti istinti della nostra specie, “istinto di sopravvivenza” ed “istinto di riproduzione”, è chiaro che il maschio è guidato prevalentemente dalla capacità di sopravvivere mentre la femmina è guidata prevalentemente dalla capacità di generare la vita.

Questi due istinti, queste due capacità così importanti, sono complementari e fondamentali affinché la specie umana possa sopravvivere, riprodursi e prosperare.

Se l’uomo non è in grado di difendere se stesso, la propria famiglia e dei radicali non può essere definito un vero uomo

Caratteristica 2 del Vero uomo: capacità di riprodursi

Immediatamente dopo vi è naturalmente la capacità di riprodursi. Questo significa in particolare l’abilità nel:

  • conoscere donne
  • relazionarsi con esse
  • conquistare la loro fiducia ed il loro interesse
  • per poi arrivare al rapporto sessuale.

È così che in effetti ci riproduciamo e mandiamo avanti le cose su questo pianeta… Il sesso altro non è che il mezzo miracoloso attraverso il quale produciamo la vita e tramandiamo il nostro nome ai posteri.

Procreare e l’atto più “divino” e meraviglioso che ci è concesso.

Purtroppo però al giorno d’oggi molti uomini non sono più in grado di farlo per problemi di natura sessuale o riproduttiva. Un altro segno evidente del declino della mascolinità nell’uomo moderno.

Caratteristica 3 del Vero uomo: capacità di prendersi cura degli altri

Se l’uomo fosse capace solo di difendere e procreare non conoscerebbe la gioia dell’amore.

Voglio subito che tu sappia che un uomo vero ha una grande disponibilità di amore verso gli altri. Checché se ne dica infatti essere un uomo duro non significa essere privi di sentimenti e non godere delle emozioni.

Anzi… Dato che amare significa fondamentalmente mettersi a disposizione degli altri…

E dato che prendersi cura dei figli o della propria gente è fondamentale da un punto di vista evolutivo, è chiaro che un uomo vero ama più degli altri perché è consapevole delle sue capacità superiori e sceglie di usarle per aiutare gli altri.

Le 7 regole che devi usare se vuoi diventare un uomo vero tutto di un pezzo

Bene, adesso che ti ho parlato di queste 3 fondamentali qualità di ogni uomo degno di tale nome, andiamo un po’ più a fondo e cerchiamo di capire qual è la differenza tra un uomo vero ed un uomo mediocre nella vita di tutti i giorni.

E soprattutto di come comportarsi per diventare un vero uomo, che le donne possano amare e gli uomini rispettare.

Lo spiegherò parlandoti di sette regole molto importanti, che potrai usare come spunto per migliorare te stesso iniziando proprio da oggi. Sono le regole che ogni uomo dovrebbe insegnare al proprio figlio in modo che lui lo possa guardare come un esempio di forza, coraggio ed onore.

Diventando poi a sua volta un vero uomo quando il tempo ci avrà messo la sua parte.

REGOLA 1: Abbi coraggio di essere diverso

Un uomo vero si porta dentro di se un certo insieme di valori, originato da migliaia di anni di immedesimazione con il suo ruolo naturale di protettore, procreatore e fornitore.

Gli uomini hanno conquistato il mondo fin dall’antichità. Hanno costruito civiltà, combattuto guerre e difeso i propri cari da bestie e nemici. E per fare questo hanno usato la forza, l’astuzia ed il coraggio. In una parola: la loro virilità.

Gli uomini di oggi tuttavia rinnegano questa mascolinità. Sono diventati vanitosi, pigri, grassi e deboli. E tendono a nascondere il loro innato istinto di leadership e responsabilità come se fosse una vergogna perché “è fuori moda” essere forti e vigorosi.

Il trend di oggi privilegia l’uomo effeminato, metro-sexual, sensibile ed insicuro.

E’ proprio la società che guida questo cambiamento. Guarda gli stilisti. Ti sembra normale che uomo e donna debbano andare vestiti in giro uguali?

Vogliono cancellare le differenze per demonizzare la virilità.

Seguendo questo trend, tutti gli uomini diventano uomini mediocri, deboli ed insicuri. Ed i più mascolini di oggi sono un lontano ricordo di quelli del passato.

Anche tu puoi vivere una vita mediocre e anonima. Ma se stai leggendo sai che questa sarebbe una sofferenza. Perciò comincia a pensare un po’ più in grande e fai le cose che ti spaventano.

Distinguiti. Sii uomo. Esci dalla massa, tira fuori le palle e sii fiero della tua mascolinità.

REGOLA 2: Fai una cosa alla volta

Non esistono segreti per il successo, ma ci sono piccole cose che puoi aggiungere alla vita di tutti i giorni che ti aiuteranno a ottenere di più, qualunque sia il tuo obiettivo.

Concentrarti è una di queste.

Fai così: rifletti su qual è la cosa più importante che puoi fare in ogni dato momento e concentrati esclusivamente su quella.

Perciò che tu sia al lavoro o con la tua famiglia, spegni quel dannato cellulare e concentrati esclusivamente su quello che è importante in quel momento.

Fai di questa regola la quotidianità, applicala con disciplina e questo farà di te un uomo migliore.

REGOLA 3: Diventa più forte non più grasso

Avere una famiglia, tante responsabilità ed attività impegnative non è una buona scusa per lasciare andare il tuo corpo rendendolo grasso e debole.

Ragiona: se ci sono persone che dipendono da te (moglie, figli, amici…) non è forse tuo compito essere nella migliore forma fisica possibile affinché tu possa provvedere alla loro sicurezza?

Lo so che non hai tempo… Eppure sono certo che puoi trovarlo.

Trova il modo di diventare più sano, più forte e migliore come uomo. Questo tra l’altro non vuol dire rinunciare ai piaceri della vita, al buon cibo o ad un buon bicchiere di whisky.

Significa semplicemente rimanere attivi, allenarsi e darci dentro, senza sosta. Ed aumentare il più possibile il proprio Testosterone in maniera naturale, per poi sfruttare gli incredibili benefici di un livello alto di Testosterone

REGOLA 4: Dai sempre il massimo.

Ogni cosa che fai, cerca di farla alla grande.

Non essere in forma mediocre, si in ottima forma. Non darti obiettivi mediocri, sii coraggioso e vivi in maniera audace puntando al massimo che puoi ottenere in ogni aspetto della vita.

Sarà faticoso. Ma dovrai farlo lo stesso.

Metti tutto l’impegno che serve per diventare migliori mantenendo la disciplina di dire “no” a tutto ciò che ti può fermare e “si” a tutto ciò che si può far fare un passo avanti.

REGOLA 5: Impara a difenderti

Se tu fossi nato 5000 anni fa, il tuo compito primario sarebbe quello di proteggere.

Dovresti comunque fornire e procreare ma soprattutto dovresti proteggere. Del resto se tu non fossi stato in grado di proteggere la tua donna di sicuro non avresti avuto qualcuno con cui procreare e nessuna prole  a cui fornire benessere e sostentamento.

Un vero uomo è sempre in grado di comprendere la situazione e di fare tutto ciò che è in suo potere per controllarla.

Perciò impara a combattere. Allenati e diventa più forte. Iscriviti ad una palestra di pugilato o di arti marziali e scopri che cosa significa prendere un pugno in piena faccia. Ti aiuterà infinitamente nel caso in cui dovesse succedere per davvero nella strada

REGOLA 6: Non fuggire dal dolore

Quando ci capita un momento brutto, una parte della vita nella quale l’oscurità si avvolge, sembra che quel periodo duri all’infinito. Non vediamo che dolore, fallimento e disperazione.

Eppure quando superiamo queste fasi, quando mesi o anni dopo che ne siamo usciti guardiamo al passato…

…realizziamo che il periodo di perdita, sofferenza e disperazione era in realtà pieno di opportunità e di lezioni di vita che, se fossimo stati in grado di cogliere pienamente ci avrebbero insegnato tantissimo e ci avrebbero avvicinato alla nostra migliore versione stessa.

Quando la sofferenza arriva, immediatamente vorremmo che non ci fosse. E cerchiamo modi per portarci momentaneamente fuori da essa, per esempio un acquisto o un viaggio.

Quello che invece ti suggerisco e di immergerti nella sofferenza. Non scappare da essa.

Lo so fa male, ma se c’è è perché una parte di te vuole migliorare radicalmente e sta usando proprio quella sofferenza per comunicartelo.

Ascolta la parte migliore di te stesso. E nascosta proprio dietro la fatica ed al dolore che stai vivendo. Gestisci il casino che ti avvolge e ti fa soffrire come lo farebbe uomo, a testa alta e petto in fuori.

Ricorda: dentro ad ogni grammo di sofferenza c’è un significato ed è tuo compito capire qual è. Nessuno può farlo per te. Nè tua moglie, né il tuo psicologo, né il tuo migliore amico, né il prete.

Questa è la tua vita, il tuo viaggio e la tua sofferenza. Ed è tuo obiettivo trovarne il segreto.

Tra l’altro sappi che nelle società tradizionali e primitive, la sofferenza era quello stadio che permetteva ad un bambino di diventare un uomo vero.

REGOLA 7: Smettila di lamentarti

Facci caso: la maggior parte delle conversazioni sembra iniziare con una lamentela

  • Che tempo ingrato…
  • Il mio capo è uno stronzo
  • questa ragazza che mi ha mollato è senza cuore…
  • Sembra che il destino ce l’abbia con me…

Bene: fai caso a queste lamentele e smettila di essere tu quello che le pronuncia.

Non solo:

  • Smettila di invidiare gli altri
  • Smettila di lamentarti di quello che non c’è
  • E comincia a lavorare duro per ottenerlo.

Se dovessi menzionare l’errore numero 1 degli uomini mediocri è proprio questo: lamentarsi.

Pensa agli uomini della tua vita che hai sempre guardato con rispetto. Pensa magari a tuo padre, a tuo nonno, magari ad un insegnante o ad una guida che hai conosciuto nella tua vita.

Loro non si sarebbero lamentati… Perciò perché stai facendo tu?

Un uomo vero deve essere un risolutore di problemi, non un identificatore o un creatore di problemi.

Tu sei l’uomo su cui gli altri contano per risolvere i loro casini. E renditi conto che nessuno vuole ascoltare i tuoi. Perciò taci e prenditi le tue responsabilità.

Chiariamoci: questa regola dovrebbe valere per tutti e non solo per gli uomini. Ma visto che nessuno fa perché non puoi essere tu a dare l’esempio? Perché non puoi essere tu a trovare sempre il lato positivo invece di cercare quello negativo?

Smettila di lamentarti ed immediatamente sarai un uomo migliore.

Conclusione

Il mondo ha bisogno di uomini veri semplicemente perché non ce ne sono più.

Ce lo chiedono a gran voce le nostre donne, i nostri figli ed anche le nostre nazioni. È nostro dovere di uomini riprenderci il nostro ruolo di protettori, fornitori ed amanti. Farlo non solo ci farà splendere agli occhi di chi abbiamo vicino ci farà anche sentire estremamente bene ci consentirà di raggiungere tutti i nostri obiettivi.

Comincia da queste sette regole e nei prossimi articoli vedremo come andare ancora più profondità per raggiungere il nostro pieno potenziale maschile.

Se vuoi fare piacere avere un tuo commento sull’articolo. Poi scriverò qui sotto della contare


Tags


You may also like

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  1. Tiziano bell’articolo.
    Certo prendere un pugno in piena faccia è decisamente doloroso, e qualcuno si è trovato il setto nasale rotto o ha perso un occhio o qualche dente….
    E con un calcio nelle palle qualcuno ha perso pure i testicoli.
    Magari avrà salvato l’onore, trovandosi però castrato.
    In quel caso tutto è perduto fuorché l’onore….Ne valeva la pena?
    E qualcun’altro facendo l’uomo si è beccato una bella denuncia per rissa e derivante da quello tanti altri problemi che non credo abbiano giovato al suo testosterone.
    Caro Tiziano, io concordo molto con quello che te dici, però a volte fra il dire ed il fare ci è di mezzo il mare.
    Comunque bell’articolo, interessante, che fornisce molti spunti di riflessione.
    Magari da non prendere tutto completamente alla lettera almeno secondo me, e soprattutto che nessuno faccia passi più lunghi della propria gamba in tutti i sensi.
    Comunque complimenti,difendere, preservare e coltivare la virilità e la mascolinità di un uomo è un nobile , generoso ed onorevole fine.

    1. Bisogna anche aggiungere che ci vuole più intelligenza per sapere quando agire e quando no,quando arrabbiarsi è giusto e quando è sbagliato,il che complica le cose. Ai tempi dei guerrieri avevi 1 possibilità,o vincevi o morivi adesso chiunque può metterti nei guai,e mica puoi ammazzarlo,per cui tutto si complica tutto si allunga e anche la natura umana si adegua. Ma non per questo bisogna lasciarsi andare… è solo più difficile,ma non impossibile.

  2. sono regole importantissime, ma tra il dire e fare cè di mezzo il mare ….. antico proverbio.
    La non capacità di volere e ottenere queste abitudini.

  3. Leggo sempre con piacere i tuoi suggerimenti, anche se la mia età (75 anni)non sempre mi permette di mettere in atto ciò che proponi. Complimenti comunque.

  4. Mi permetto di replicare al commento di Alberto Bertini.
    Sapersi difendere ti dà sicurezza, che puoi trasmettere a chi ti sta vicino, e consapevolezza della propria forza. Non significa andare in giro a cercare risse. Anzi!
    Prima regola per strada EVITARE SEMPRE LE SITUAZIONI A RISCHIO E LO SCONTRO FIN QUANTO É POSSIBILE.
    Facendo arti marziali, boxe o altro sport di combattimento si diventa più abili ma non invincibili quindi qualsiasi uomo intelligente che ha imparato a combattere sarà più sicuro e consapevole e questo può contribuire solo positivamente sul proprio Testos. Credimi Alberto, se mostri sicurezza nel modo giusto, spesso anche se sei in minoranza ti lasciano in pace.
    I bambini maschi dovrebbero confrontarsi fisicamente fra loro, questo fa parte del processo di crescita. Non c’è nulla di male! Oggi per vari e comprensibili motivi i bambini sono sempre meno liberi di giocare senza la supervisione di un adulto.
    Quindi molti crescono senza aver fatto qste esperienze utili per la crescita del maschio. Farle in una palestra é il modo migliore per imparare a difendersi, e per apprendere come evitare di doverlo fare.
    Secondo me Tutti dovremmo fare un corso di guida sicura. Ovvio che se posso evito di usare l’auto quando c’è la strada ghiacciata ma se ho imparato come gestire l’auto in caso di scarsa aderenza avrò una possibilità di portare a casa la pelle se questo evento accade senza preavviso!

  5. Mi hai confermato ciò che ho sempre sospettato…
    “Loro” non ci vogliono forti, grossi e ribelli, ma…. “Molllicci ed effeminati”…
    Sono d’accordo su tutto…. Anche se io non voglio assolutamente figli… Ma questa è una decisione strettamente personale… Non sono fatto per essere padre… Mi piace amare donne sempre diverse, non avere legami e combattere per il mio successo ….
    Un grande abbraccio

  6. Secondo me non bisogna prendere alla lettera queste parole e partire con la spada x combattere tutto e tutti. Ma entrare in uno status quo di pensieri che ci porteranno verso il nostro target . Spero con queste poche parole di essere riuscito ad esprimere un pensiero sul quale si potrebbero scrivere libri. Saluti Carlo.
    Sei un grande Tiziano.

  7. Complimenti! Ottimo articolo mi é servito. Sopratutto la parte del lamentarsi. Bisogna smettere di lamentarsi. Sei un Grande.

  8. Ciao Tiziano,

    molto bello l’articolo. Concordo pienamente con ciò che presenti. Non mi sembrano invece molto costruttivi alcuni commenti che insinuano dubbi a questo proposito. E’ vero che a volte le cose non sono subito raggiungibili ma farsi prendere dallo sconforto e dal dubbio non serve a niente, anzi….. Secondo me non bisogna mai perdere di vista i propri obiettivi anche se in un certo momento possono sembrare utopici. Infatti con questa strategia ci mettiamo nella condizione di mettere in campo tutte le nostre risorse (consapevoli e soprattutto inconsapevoli) per raggiungerli.
    Un caro saluto. A presto e grazie ancora per il tuo lavoro.

    Alberto

  9. é un articolo ben fatto mettendo in pratica da quattro anni per motivi personali non è stato facile eliminare tanti a amici che di fatto non lo erano e la cosa strana è che è stata una donna ad insegnarmi come si fa però ho raggiunto il risultato desiderato e sono più felice diprima ma è stata durissima ho sofferto molto e ovviamente è meglio prevenire che curare quindi ora sono sulla difensiva non è facile avvicinarmi questa mia esclusione dalle vecchie abitudini mi porta ad isolarmi Però lo rifarei anche se spero che non succeda più.

  10. Ciao. Volevo segnalare che da unpò di tempo navigando sul tuo sito appena si clicca su qualche pagina compaiono delle pubblicità. non so se è una questione di pop up relativa al mio pc o è proprio il tuo sitoad essere “sotto attacco”.
    Giusto una segnalazione.
    Complimenti per l’articolo

  11. ARTICOLO CHE SI LEGGE VELOCEMENTE MA CHE LASCIA IL TEMPO CHE TROVA…GENERALITA ed ECCESSI { esempio pugno in faccia non coerente )
    .

  12. Caro Tiziano secondo me il tuo articolo ha centrato in pieno il problema anche se al giorno d’oggi l’uomo mascolino ha perso l’importanza che poteva avere secoli fa e i costumi sono cambiati nella direzione di un uomo femminilizzato.
    Volevo farti una domanda sugli integratori: sarà poi facile trovare in commercio (parlo anche di internet) tutti questi prodotti? Grazie.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Subscribe to our newsletter now!